Assistenza clienti: support@twodots.it | TRASPORTO GRATUITO PER ORDINI SUPERIORI AI 200,00€
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Selfie drone: cosa sono e come funzionano

17/10/2018

 

In questo mondo sempre più social, i selfie hanno preso il volo, letteralmente! L’evoluzione del selfie stick, infatti, è il drone per i selfie o selfie drone.

La passione per i social network e la voglia di condividere le proprie foto e video con gli amici e i parenti sta contribuendo alla rapida diffusione di questo mini-drone, un simpatico gadget appositamente ideato per farti scattare immagini di buona qualità in pochi secondi o per fare filmati in ogni posizione e da ogni angolazione.

Questa novità, figlia dell’era digitale, sta spopolando tra i teen e i meno teen, rendendo il selfie ancora più divertente! Quindi, se volete postare su Instagram dei selfie 3.0 per far impallidire i vostri amici, allora il Selfie Drone fa proprio al caso vostro! Anche perché non è necessario avere una licenza da pilota professionista per possedere e far volare questo micro drone.

Non vi resta che scoprire le caratteristiche tecniche del selfie drone!

 


​​​​​​​Caratteristiche di un selfie drone: fotocamera, dimensioni e peso


Il selfie drone è un piccolo dispositivo che sta nel palmo della mano; proprio come uno smartphone, alcuni modelli sono anche pieghevoli (in alcune parti come le eliche e i bracci meccanici che sostengono il corpo e i motori). Vanno per la maggiore sul web e sul mercato italiano, ma è una moda mondiale, resa desiderabile dalle sue caratteristiche: è, infatti, leggero (pesa solo 85 grammi), semplice da usare e pratico da portare con voi nei viaggi in giro per il mondo. Inoltre, da non sottovalutare, è il fattore prezzo: partono da 40 euro per arrivare a 300 – online si trovano modelli praticamente per tutte le tasche!

Non ha niente da invidiare al fratello maggiore, infatti il Selfie Drone è dotato di quattro eliche (è quindi un quadricottero), di una videocamera in grado di registrare filmati in HD e full HD e di un obbiettivo che permette di far scattare foto da 12 megapixel, consentendo, quindi, di ottenere immagini di alta qualità. È inoltre dotato di scheda MicroSD per memorizzare i propri scatti e di un GPS (alcuni modelli memorizzano la posizione di casa così che, nel caso in cui il drone si perda, anche a causa del vento, sia in grado di ritornare alla posizione memorizzata prima del volo).

Alcune caratteristiche (peso, risoluzione dell’obbiettivo e della telecamera) dipendono sempre dal modello. Prima di effettuare l’acquisto, perciò, è consigliabile leggere bene le caratteristiche tecniche e scegliere in base alle proprie esigenze e al proprio budget. I droni di fascia medio/alta hanno integrati dei sensori anticollisione che evitano al drone di schiantarsi mentre è in volo; se ci si distrae un attimo dal pilotaggio, quindi, il quadricottero si sposta automaticamente evitando l’ostacolo sul suo percorso.

Indipendentemente dal modello scelto, però, questo piccolo drone si può pilotare grazie al radiocomando tramite App mobile, scaricabile anche sul tablet, che permette di guidare il mini drone e di visualizzare le riprese aeree in streaming sul proprio dispositivo: questa modalità è chiamata FPV (first person view).

L’applicazione fornisce alcune informazioni utili all’utente, tra queste ricordiamo:

  • la distanza del drone;
  • l'altezza;
  • il livello di ricarica della batteria;
  • la memoria residua;
  • la rete;
  • l’orientamento;
  • il numero di satelliti a cui il drone è collegato (accertatevi di averne collegati un numero sufficiente se nel drone è prevista la funzionalità back home).

La connessione tra drone e telefono è garantita dal Wi-Fi in dotazione. In alternativa, oltre all’app, i mini droni possono essere governati tramite il controller, una specie di joystick che direziona il drone attraverso i movimenti del polso. Il controllo con quest’ultima modalità menzionata è molto più preciso, anche se crea non pochi problemi nel momento in cui bisogna scattarsi il selfie (gestire contemporaneamente telefono e controller potrebbe risultare difficile anche alle persone più multitasking).

Se sei alle prime armi non ti preoccupare, le funzionalità di volo assistito ti aiutano a controllare il drone: il decollo e l’atterraggio sono automatici, grazie al software interno che rende i comandi ancora più facili e intuitivi da utilizzare. Il sensore interno, inoltre, fornisce la capacità di hovering, ovvero permette al drone di mantenere la posizione e di fare dei movimenti stabili per garantire le migliori foto e riprese possibili, vento permettendo logicamente! Insomma che dire, questo mini dispositivo è pieno di sorprese e di automatismi che lo rendono ancora più smart e unico nella sua categoria.

In ogni caso, prestate attenzione all'autonomia della batteria: di solito questi selfie drone sono in grado di volare per pochissimo tempo, i più avanzati riescono a volare per 15 minuti, quelli di qualità inferiore per 7/8 minuti. Un consiglio? Scegliete i modelli che forniscono due batterie in dotazione così da poterle cambiare mentre siete in giro.

Anche la portata è decisamente limitata, infatti, la distanza da terra va dai 50 metri agli 80 metri di altezza, giusta comunque per gli scatti aerei, mentre si può allontanare per un massimo di 100 metri. Per quanto riguarda la velocità, anch'essa non elevatissima, con un massimo di 80 km/h. Visto che le funzionalità di questo dispositivo sono limitate, ma allo stesso momento strabilianti per le piccole dimensioni, viene a mancare la regolamentazione rigida che invece vige nelle altre categorie (ricordiamo gli usi professionali e le corse), che è volta a garantire la sicurezza dei piloti e dello spazio aereo.

E come si dice “l’occhio vuole la sua parte”, quindi il design è stato sviluppato insieme alla tecnologia: alcuni accessori, come ad esempio le luci al LED, che rendono visibile il drone anche nelle ore serali, e le cover, che sono intercambiabili proprio come quelli dei telefoni, li rendono assolutamente unici e personalizzabili.

Non a caso, per ben due volte, due modelli di selfie drone (Xiro Xplorer mini e AirSelfie) hanno vinto, nel 2016 e nel 2018, il prestigioso premio di design “Red Dot Award”. Nato subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, su volere della famiglia Krupp, questo premio venne istituito con la finalità di rendere i soli manufatti e oggetti di produzione tedesca molto più appetibili per l’esportazione. Con gli anni il premio è diventato internazionale, coinvolgendo sempre più categorie, tra le quali si annoverano la categoria “Drones and action cameras”.
 

Come scattare foto con un selfie drone

La confezione di solito contiene il case protettivo per il drone con all’interno gli accessori, che sono il cavo per la ricarica della batterie (tramite porta USB), un set di eliche di ricambio, un cacciavite (per rimuovere le ali) e, se previsto, la doppia batteria di scorta.

Utilizzarli è un gioco da ragazzi, basta seguire questi piccoli step:

  1. inserite la batteri e accendete il drone;
  2. installate l’applicazione sul cellulare, in modo che i due dispositivi siano collegati;
  3. posizionate la camera integrata nell’angolazione che più vi aggrada;
  4. iniziate a far volare il drone;
  5. mettetevi in posa… e CHEESE!

Questi piccoli dispositivi, grazie al GPS integrato e all’App, hanno degli automatismi che li rendono particolarmente divertenti da utilizzare e che regalano un’esperienza unica nel suo genere. Un esempio?

  • Il selfie a 360 gradi: il drone riesce a localizzare esattamente la vostra posizione ed esegue un giro intorno a voi, da diverse angolazioni.
  • Un drone è molto fedele! Infatti, impostando sulla app l’apposita modalità è possibile farsi seguire dal drone mentre, magari, si è sullo skate o in bici.

Ricapitolando, si tratta di un dispositivo estremamente all’avanguardia nel mondo dell’elettronica, un device che sta comodamente nella tasca, perfetto da tirare fuori quando il bisogno di scattarsi un selfie è impellente. Diciamo anche che non è proprio adatto a chi ha delle velleità professionali: la camera presenta i tipici difetti di una action cam di fascia media con le sfocature ai bordi, inoltre la stabilizzazione è offerta solo dal software, ciò significa che in caso di movimenti repentini del drone le immagini vengono tagliate. Questi però sono difetti su cui si può sorvolare, giusto per rimanere in tema, in quanto pensati per utenti profani che cercano il divertimento in un selfie… scattato dall’alto!
​​​​​​​

Consigliato per voi

One-Two Snap Selfie Drone è il drone che fa per voi, se state cercando una buona qualità a basso prezzo!

Divertente nelle sue 4 colorazioni (giallo, arancione blu e verde), questo Selfie drone con camera a grandangolo da 1 Mp è dotato di un sistema di pilotaggio smart real time, da guardare direttamente sul proprio smartphone, tramite l’app Twodots 1-2 Snap disponibile sul sistema operativo Android e iOs.

Il drone è dotato di un guscio esterno che protegge le eliche estraibili, facili da estrarre al momento dell'utilizzo. Nella confezione sono presenti oltre agli accessori (la chiavetta USB con cui ricaricare la batteria e un paio di eliche di sostituzione con cacciavite) anche degli utilissimi manuali per la sicurezza.



Qualità garantita
soddisfatti o rimborsati
Pagamento sicuro
diverse modalità disponibili